Il giornale Bella Ciao Belgio

Nasce Bella Ciao Belgio, il giornale degli italiani in Belgio, per gli italiani in Belgio.

Un giornale per gli italiani in Belgio, fatto dagli italiani in Belgio. Questo è Bella Ciao, periodico pensato per raccontare l’emigrazione nel paese, i suoi problemi, le sue necessità, ma anche per aprire una riflessione su di essa e provare a mettere in contatto la nuova e la vecchia generazione di immigrati. Il giornale è frutto della collaborazione di diverse persone che svolgono attività in diverse associazioni  italiane e italo belga attive sul territorio. Le associazioni avranno un loro spazio fisso e autogestito. Bella Ciao è pensato in un doppio formato: uno cartaceo, che verrà diffuso in tutti i luoghi di presenza italiana a Bruxelles e questo online online.

I due formati saranno paralleli e complementari, il primo diretto specificamente alle vecchie generazioni, meno avvezze agli strumenti online e ai social network, il secondo più ai nuovi immigrati e agli expat. Bella Ciao racconterà le loro storie, ma anche storie del loro paese di origine e di quello in cui hanno scelto di vivere, provando a proporre riflessioni e aprire dibattiti nel tentativo di far sì che la comunità italiana a Bruxelles sia capace di incontrarsi e parlare di più, al di là degli stereotipi e oltre i luoghi della Eurobubble. Il giornale sarà pensato anche come un piccolo sportello a cui potersi rivolgere per cercare risposte alle esigenze, anche pratiche, della vita di tutti i giorni in un Paese straniero, lavorando per questo in stretto contatto con i Comites, gli organi che rappresentano i cittadini italiani residenti all’estero nei rapporti con gli Uffici Consolari, che verranno rinnovati il prossimo 17 aprile.

Tutto questo perché, come si legge nell’editoriale del primo numero “arrivati in Belgio si riscopre un nuovo modo di leggere l’italianità, nuove realtà si dischiudono con tutte le condizioni per un sviluppo personale, ma anche con tutti gli stimoli e lo spazio per creare insieme nuove prospettive sia culturali che sociali. Da qui l’esigenza sempre più condivisa che la collettività italiana diventi una comunità, con una sua identità partecipata, una voce che parli delle sue radici storiche in Belgio, del suo presente in continuo cambiamento, delle varie componenti che la costituiscono e soprattutto del suo futuro tutto da costruire”.

Per contattarci, cliccate qua o scrivete direttamente all’indirizzo info [AT] bellaciaobelgio.org .

bella ciao